Superbike 2012: Max Biaggi contro Carlos Checa sul peso della Ducati 1198

Secondo il campione del mondo del Ducati Althea Racing Team 6 chili in più sulla sua moto sono una penalizzazione che si fa sentire. Gli risponde il pilota Aprilia Superbike

Peso maggiore per le bicilindriche nel mondiale Superbike 2012
Durante gara 2 del GP di Australia, primo appuntamento del calendario Superbike 2012, Genesio Bevilacqua, patron del Team Althea Racing in cui corre con la Ducati 1198 il campione del mondo in carica Carlos Checa, si era lamentato ai microfoni di La7 per le modifiche introdotte dal regolamento 2012.
Infatti da quest’anno è previsto un peso minimo per le bicilindriche di sei chili in più rispetto alle altre moto da tre e quattro cilindri. Il regolamento 2012 recita: “Rivisto il sistema per equilibrare il bilanciamento, in materia di peso, tra le varie tipologie di moto da annunciare in un secondo momento. Nel 2012 è stato previsto un peso minimo per le bicilindriche di 171 kg, 6 kg in più rispetto al 2011. Confermato per le 3 e 4 cilindri il peso minimo di 165 kg. Non ci saranno tolleranze”.
Questa modifica è stata introdotta per cercare di rendere le prestazioni delle moto impegnate in gara il più possibile omogenee, ricordando che per i bicilindrici il limite di cilindrata è di 1.200 cc contro i 1.000 delle quadricilindriche.
Sull’argomento Superbike regolamento e polemiche per i bicilindrici abbiamo già scritto.
Ora diamo spazio al botta e risposta tra gli ultimi due campioni del mondo del mondiale derivate, Carlos Checa e Max Biaggi.

Troppi sei chili in più per Checa
Durante alcuni test invernali, il campione del mondo in carica della Superbike, Carlos Checa, si era lamentato del peso sulla sua Ducati 1198. secondo lui infatti quei 6 kg in più si fanno sentire. “Siamo stati penalizzati, più per un vantaggio tecnico, per aver fatto bene una stagione come quella dall’anno scorso” dice il pilota dell’Althea Racing Team, ai microfoni di Eurosport.

Sei chili non sono niente per Biaggi
Gli risponde il campione del mondo Superbike 2010, Max Biaggi, avversario dello spagnolo l’ano scorso fino all’incredibile infortunio in Germania che lo ha tolto dai giochi nelle ultime decisive gare. Alla polemica di Checa, il Corsaro risponde sempre dai microfoni di Eurosport: “Sei chili non sono niente. È un palliativo per dire che hai dato 6 chili in più a una squadra che ha vinto 15 gare su 24 e che di fatto quasi non ha avuto rivali. Ti devi lamentare per dire che hai dei problemi anche se in Australia ha dominato le qualifiche. Quella moto quando è uscita nel 2008 aveva già 6 chili in più ma non era progettata per averceli”.
Per ora la sfida è stata verbale ed a distanza e questo week end si sposta sulla pista del GP di Imola, campo preferito per entrambi. Siamo solo all’inizio della stagione, e la classifica piloti Superbike 2012 vede Biaggi davanti a Checa. Chilo più chilo meno, cilindro più cilindro meno

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE