Test Phillip Island, Day2: torna il sole sulla MotoGP 2016

A Phillip Island si è appena svolto il secondo dei tre giorni di test per la MotoGP 2016. dopo un Day1 rovinato dalla pioggia, oggi i piloti hanno potuto spingere al massimo. Tra tutti spicca Maverick Vinales, autore di un primo tempo che lo conferma tra i piloti più promettenti.

Phillip Island, Australia – Si è appena concluso il secondo giorno di Test IRTA a disposizione delle squadre MotoGP sulla pista australiana, con buone condizioni atmosferiche -al contrario di ieri- e tempi più significativi.

I nuovi mostri

30 Foto

Davvero notevole la prestazione di Maverick Vinales, uno che tra non molto ci costringerà ad usare diversi epiteti, e non un semplice “il pilota spagnolo”. Il cinghiale, o Top Gun che dir si voglia, ha infatti girato costantemente su tempi da podio, fino a chiudere la giornata in testa alla classifica. La Suzuki di Davide Brivio quindi viaggia nella giusta direzione con il nuovo motore ed il cambio seamless, ma se consideriamo che Aleix Espargarò ha staccato il quindicesimo tempo, il talento di Maverick appare ancora più cristallino. Ormai anche i muri ripetono che il primo nemico di un pilota è il compagno di squadra, e questa ne è solo l’ennesima conferma.

Surfer’s Paradise

Torna la Repsol Honda, infatti nonostante la caduta -fortunatamente senza conseguenze- di Daniel Pedrosa, sembra che gli ingegneri di HRC abbiano trovato la giusta strada per comprendere l’elettronica Marelli. Com’era prevedibile la Honda è sempre la Honda ed entro il Qatar avrà una moto per vincere, ma ciò non significa che abbia la moto migliore del lotto. Anzi. In ogni caso Marc Marquez è riuscito a conquistare il secondo tempo, anche se, per la verità, pensiamo che anche nel 2016 il fenomeno di Cervera dovrà mettere una pezza al carattere della moto.

A suon di Tre Diapason

Loro sono ancora lì, uno dietro l’altro, come se la stagione appena passata non si fosse mai conclusa. In questo Day2 però a sorridere è più Rossi, che si è portato a casa il quarto tempo: Valentino si trova sempre alle spalle del compagno di squadra, ma questa volta solo per pochi millesimi. Lorenzo, invece, chiude con il terzo crono ottenuto verso la fine della giornata. Sempre preciso e veloce, ma non più nettamente superiore ai rivali come si era visto a Sepang.

Il rosso e il nero

La nuova Ducati Desmosedici GP deve macinare chilometri, ed è quello che stanno facendo i due piloti ufficiali. Nel box della rossa, da ieri pomeriggio c’è anche un Casey Stoner in borghese, che non proverà la moto fino al Qatar ma ha comunque voluto esserci. Verrebbe da dire che la trama si infittisce, perché l’australiano ha smentito categoricamente un suo rientro da pilota a tempo pieno, ma se stesse fingendo disinteresse questo non sarebbe di certo il modo migliore per farlo. Al pari dell’anno scorso, Ducati fa fatica ad emergere nei test invernali. Poco male: un anno di esperienza in più, otto moto in griglia, la lunga collaborazione con Magneti Marelli ed il collaudatore più veloce al mondo sono armi che quest’anno luccicano nel box di Borgo Panigale. In poche parole, gli uomini di Bologna si giocano il mondiale al pari dei due colossi giapponesi.

I test riprenderanno domani, per l’ultimo dei tre giorni in Australia. dopodiché l’appuntamento è tra due settimane, quando le squadre si sposteranno -dall’1 al 3 marzo- sul tracciato di Doha, in Qatar, per l’ultima sessione prima del weekend di gara.

Ecco la classifica completa del Day2 di Phillip Island:

Pos Rider Team Fastest lap Lead. Gap Prev. Gap Laps Last lap
1 VIÑALES, Maverick Team SUZUKI ECSTAR 1:29.131 63 / 64
2 MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1:29.292 0.161 0.161 78 / 79
3 LORENZO, Jorge Movistar Yamaha MotoGP 1:29.357 0.226 0.065 65 / 80
4 ROSSI, Valentino Movistar Yamaha MotoGP 1:29.404 0.273 0.047 52 / 71
5 CRUTCHLOW, Cal LCR Honda 1:29.671 0.540 0.267 57 / 61
6 BARBERA, Hector Avintia Racing 1:29.854 0.723 0.183 35 / 54
7 IANNONE, Andrea Ducati Team 1:29.857 0.726 0.003 69 / 76
8 PEDROSA, Dani Repsol Honda Team 1:29.917 0.786 0.060 38 / 55
9 REDDING, Scott Octo Pramac Yakhnich 1:29.941 0.810 0.024 59 / 60
10 SMITH, Bradley Monster Yamaha Tech 3 1:29.992 0.861 0.051 75 / 75
11 BAZ, Loris Avintia Racing 1:30.134 1.003 0.142 53 / 54
12 DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 1:30.142 1.011 0.008 73 / 88
13 ESPARGARO, Pol Monster Yamaha Tech 3 1:30.154 1.023 0.012 63 / 65
14 PETRUCCI, Danilo Octo Pramac Yakhnich 1:30.156 1.025 0.002 61 / 63
15 ESPARGARO, Aleix Team SUZUKI ECSTAR 1:30.385 1.254 0.229 39 / 53
16 HERNANDEZ, Yonny Aspar MotoGP Team 1:30.509 1.378 0.124 41 / 56
17 MILLER, Jack EG 0.0 Marc VDS 1:30.514 1.383 0.005 57 / 58
18 LAVERTY, Eugene Aspar MotoGP Team 1:30.617 1.486 0.103 46 / 52
19 RABAT, Tito EG 0.0 Marc VDS 1:30.650 1.519 0.033 81 / 81
20 TSUDA, Takuya Suzuki Test Team 1:32.599 3.468 1.949 45 / 48

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/motorsport/test-phillip-island-day2-torna-il-sole-sulla-motogp-2016_88114/