WRC Messico 2018: il racconto di Daniel Elena della gara di Sébastien Loeb con la C3 WRC

L'analisi della gara di Loeb da parte del suo copilota

Con un meritato terzo posto, Kris Meeke e Paul Nagle hanno consegnato al Citroën Total Abu Dhabi WRT il secondo podio dell’anno, confermando l’ottimo inizio di stagione del team. Sébastien Loeb e Daniel Elena chiudono in quinta posizione dopo essere stati al comando della gara: un grande ritorno nella loro disciplina preferita.

Nella giornata di venerdì, al secondo passaggio a El Chocolate (31,44 km), Sébastien Loeb, fino a quel momento quarto nella classifica generale, ha conquistato il suo primo scratch del weekend. Daniel Elena, copilota del francese dal 1998, lo conosce meglio di chiunque altro e ci confida la sua analisi di questa performance realizzata su una Prova Speciale che non conoscevano…
“È semplice, è tipico di Loeb! Ha analizzato la sua prestazione iniziale un po’ sotto alla media e poi ha corretto. Non ripete mai due volte gli stessi errori. Ha quindi guidato proprio nel suo stile, in modo pulito, visto che al mattino era stato troppo aggressivo.
È stato il miglior tempo di Dani Sordo nel primo passaggio che lo ha fatto riflettere. Perché anche Dani ha una guida precisa sui tratti tecnici e a curve. Sinceramente non c’è nulla che mi abbia sorpreso in questo weekend, a parte l’errore con la foratura. Ho sempre creduto che fosse possibile fare questo tipo di rientro, lo conosco bene. Secondo me è migliorato ancora, dopo il nostro ritiro dal WRC. Il WTCC gli ha regalato altre abilità, così come il rally raid e il rallycross, che gli ha permesso di migliorare i riflessi essendo costantemente al volante di un’auto da 560 cavalli”.

ARTICOLI CORRELATI