Honda new Inspire

La nuova ammiraglia debutta in Giappone. Motore 3 litri V6 "intelligente" ed ecologico.

Honda new Inspire. Le ammiraglie nipponiche non hanno mai fatto breccia nei cuori degli europei, trovando invece grandi soddisfazioni negli USA. Honda ci riprova con la quarta generazione di Inspire che debutta oggi sul mercato domestico a partire da 2.7 milioni di yen.
Sul versante tecnologico non teme rivali potendo proporre il CMS “Collision Mitigation System” e E-Pretensioner: il primo sistema frenante al mondo che previene i tamponamenti e assiste le operazioni di frenata, riducendo l’impatto sui passeggeri e i danni alla vettura stessa.
Grande innovazione anche nei motori con il 3 litri benzina V6 i-VTEC che si caratterizza per proporre il sistema “Variable Cylinder Management” che utilizza solo tre cilindri a velocità di crociera per raggiungere una combinazione di potenza ed economia di utilizzo di 11.6 km/l, pari a un motore 2.4l con 4 cilindri in linea.
Il nuovo modello rispetta i requisiti di emissioni nocive e gli standard di consumo di carburante che entreranno in vigore nel 2010, divenendo così l’unica berlina 3.0 l in grado di offrire un livello di rispetto ambientale tale da beneficiare degli incentivi “Green Tax” del governo giapponese.
La Honda Inspire è inoltre dotata di uno specifico sistema di sospensioni e di un telaio estremamente leggero e altamente rigido per migliorare il comfort di guida. Gli interni combinano la buona qualità alla tecnologia, garantendo un ampio spazio a bordo per tutti i passeggeri. La nuova Inspire sarà disponibile in tre diverse versioni: Avanzare, 30TL e 30TE, con cambio automatico a 5 rapporti.
L’obiettivo di vendita per il mercato giapponese sarà di 2.000 unità al mese. Vedremo se le linee che si sono ispirate alla nuova Accord avranno futuro anche in Italia dove nessuna nipponica è riuscita ancora ad infrangere (o almeno scalfire) il muro tedesco Audi, BMW e Mercedes.

ARTICOLI CORRELATI