Lamborghini Aventador Roadster e Lamborghini Estoque al Salone di Ginevra?

Si fa un gran parlare di sorpresa al Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra di alcune novità del Toro. Potrebbero portare insieme alla versione definitiva di una tra Estoque e Aventador Roadster un concept suv?

Lamborghini al Salone di Ginevra
Di sicuro c’è solo la presenza confermata di Lamborghini alla 82° edizione del Salone di Gineva (8-18 marzo 2012). Con quali modelli però la casa di Sant’Agata Bolognese voglia stupire operatori e pubblico non è tuttavia ancora dato sapere e va di conseguenza che le voci si susseguano in un turbine ogni giorno sempre più convulso.
Ma facciamo un po’ di ordine e proviamo a indovinare cosa bolle nel pentolone, tra Wolfsburg, sede del Gruppo Volkswagen che detiene il marchio italiano, e la provincia bolognese.

Lamborghini Aventador Roadster
Una versione cabrio della potente coupé presentata l’anno scorso è quanto mai possibile. In casa infatti c’è tutto, dal motore a gran parte della carrozzeria.
Il propulsore sarebbe derivato dalla coupé Lamborghini Aventador, quel V12 da 6.5 litri capace di erogare una potenza di 700 CV ed una coppia massima di 690 Nm e altro che vento tra i capelli. Infatti la Lamborghini Aventador Roadster potrebbe raggiungere una velocità massima di 350 km/h e toccare i 100 da ferma in meno di 3 secondi.
Da capire se la capote sia in tela oppure rigida come quella della Ferrari 458 Spider, sua rivale diretta.

Lamborghini Estoque
Altra ipotizzabile novità potrebbe essere la realizzazione della Lamborghini Estoque, fino ad ora relegata al ruolo di show car.
La berlina farebbe concorrenza a Ferrari FF, Maserati Quattroporte, Aston Martin Rapide e Porsche Panamera. Presentata al Salone di Parigi 2008, sarebbe una coupé quattro porte come va di moda ora tra i premium brand.
Tra gli appassionati aveva riscosso grande successo, e forse proprio per questo ora i tecnici della casa del Toro avrebbero pensato di produrla. Tetto molto spiovente, il design si caratterizzata dallo stesso stile delle ultime vetture di Sant’Agata Bolognese. Per la Lamborghini Estoque potrebbe essere pronto un 10 cilindri di 5,2 litri capace di erogare 600 CV.
Riferimento taurino anche per lei: Estoque infatti è la spada del matador.

Lambrghini Sesto Elemento
Un po’ più difficile invece vedere una produzione in serie della Lamborhini Sesto Elemento.
Per la concept car presentata come anteprima mondiale al Salone di Parigi 2010 è stata prevista una produzione limitata a dieci esemplari, proposti ad un prezzo di circa 2,5 milioni di Euro.
Oltre che esercizio di stile, la Lamborghini Sesto Elemento ridefinisce il mondo delle supercar con una struttura in fibra di carbonio che limita il pesa complessivo ad appena 999 kg. Riduzione del peso per una riduzione anche dei consumi a fronte di un aumento delle prestazioni, grazi ai 570 CV.
Inoltre, per la prima volta in ambito automobilistico, sfrutta le sospensioni indipendenti di derivazione F1.
Forse il Gruppo Volkswagen non ha in mente proprio una versione di serie della Sesto Elemento ma una vettura dall’animo sportivo caratterizzata da soluzioni che derivano da questa sensazionale concept car.

Lamborghini suv
Dopo la presentazione del concept Maserati Kubang e le voci su un Bentley suv, si potrebbe vedere il prototipo del futuro primo Lamborghini suv.
Anche per questo estremo sport utility vehicle la tecnica sarebbe già in casa, presa in prestito dalla Porsche Cayenne Turbo.
Ma anche per il Lamborghini suv vediamo una strada più complicata da perseguire, a meno che il mercato cinese, il primo al mondo per le vendite del Gruppo VW, non si dimostri attratto da questo tipo di veicoli.

ARTICOLI CORRELATI