Nuova Renault Megane – Test Drive Report

Prime impressioni di guida relative alla nuova Renault Megane: la media francese torna con un look più sportivo e armonioso pronta a sfidare rivali come Volkswagen Golf, Lancia Delta e Mazda3

Nuova Renault Megane – Test Drive Report La nuova Renault Megane sta per arrivare nei concessionari della casa transalpina, pronta a gettare il classico guanto di sfida alle principali esponenti del segmento C. Vi riportiamo in anteprima le impressioni di guida raccolte da alcuni colleghi della stamp aestera nell’attesa di poter toccare con mano l’inedita media della casa transalpina. Analizziamo insieme la nuova Renault Megane partendo dal frontale, naturale evoluzione delle ultime proposte del marchio francese. In particolare è evidente la parentela con la nuova Laguna, caratterizzata da luci anteriori dal design allungato ed accattivante. Muscoli e fluidità, un eccellente connubio quello ricreato dai designer francesi, con una vista laterale sportiveggiante, una linea di cintura piuttosto alta e un peculiare fascione basso caratterizzato da un’imponente presa d’aria. Il posteriore è arrotondato e morbido, molto meno singolare rispetto all’attuale modello, ed è soprattutto in funzione di questo che definiamo più vendibile l’estetica di questa Renault nuova Megane; bello il taglio dei gruppi ottici: nonostante le grandi dimensioni sono perfettamente armonizzati con le linee sinuose della vettura. Da notare come la nuova Megane sia piuttosto simile a quella immaginata dal nostro talentuoso designer. Gli interni richiamano al 100% quelli della Laguna, un enorme passo in avanti in termini di offerta per una hatchback come questa: comodità, funzionalità, ma anche scelta dei materiali hanno ispirato il nostro grafico per ricreare interni che nella versione top di gamma saranno sicuramente di buon livello. Probabile qualche novità in questo versante: per i benzina si punta sull’irrinunciabile downsizing, con l’inedito 1.ò4 turbo Tce. ul versante diesel troviamo l’intramontabile 1.5dCi, per arrivare fino al 2,0 da 130 a 175CV). Sicura poi una versione pompata, magari con il 2.0T da 225CV rivisitato per l’occasione. Su strada Riportiamo le prime impressioni suscitate dalla nuova Renault Megane ad alcuni colleghi della stampa estera. La versione oggetto della prova è destinata a fare grandi numeri tra quelle proposte in gamma: si tratta della 1.5 dCi da 105 cavalli, capace di abbinare prestazioni soddisfacenti e costi d’esercizio ragionevoli. Da notare le emissioni inquinanti particolarmente ridotte di questa versione, che si attesta sotto i 120 g/km. Il primo dato emerso dalla prova è la bontà progettuale del posto di guida, sotto tutti i punti di vista. Sterzo, pedaliera e comando del cambio trasmettono sensazioni positive grazie a precisione e leggerezza. Nel dettaglio, il cambio risulta manovrabile e ben contrastato, lo sterzo leggero senza risultare approssimativo, la pedaliera ben spaziata e non troppo ‘dura’ soprattutto per quanto concerne la frizione. La vettura risulta circa una decina di chili più leggera del modello precedente, dato interessante tanto per i consumi quanto per le prestazioni. La potenza non è certo esorbitante, eppure la nuova Megane non appare mai fiacca, grazie alla buona coppia motrice del 1.5 dCi e all’azzeccata spaziatura dei rapporti. Aumentando il ritmo segnaliamo un leggero sottosterzo, tipico della trazione anteriore prossima al limite di aderenza. Nulla di preoccupante, anzi: le reazioni della MEgane sono dolci e prevedibili, merito di un telaio efficace e di un’evoluta elettronica. Potenziale prezzo d’attacco 15.000 euro, fino al top di gamma da quasi 30.000 euro.

ARTICOLI CORRELATI