Prova nuova Mazda CX-3 2018: Stile, Diesel e guida sportiva!

Torna nuovamente dopo 3 anni dal lancio e si presenta al mercato con un nuovo look ma soprattutto con nuovi contenuti tecnologici e di sicurezza. Spicca il motore diesel rispettoso dell’ambiente. Spaziosa e piacevole da guidare è una valida alternativa alle proposte esistenti sul mercato. L’abbiamo provata per voi in Spagna e la consideriamo una smart buy. Il perché? Lo scopriamo insieme.

Mazda CX-3 2018 è un best seller che ha da sempre trainato le vendite della casa costruttrice giapponese. Oggi, a tre anni dal lancio iniziale, Mazda CX-3 2018 viene presentata in una veste rinnovata rispetto al passato e si propone con contenuti tecnologici importanti ed uno stile davvero caratteristico ed invidiabile.

L’aspetto esterno di Mazda CX-3 2018 è la massima espressione del KODO design, la filosofia di disegno a cui si ispira Mazda e che punta alla creazione di linee essenziali e sobrie eliminando tutto ciò che viene considerato superfluo. Al primo sguardo colpisce molto il carattere delle linee che ne fanno una vettura bella da guardare e che non passa inosservata, pronta per coloro i quali desiderano un’auto differente dalle masse. Se desiderate un elemento davvero unico allora vorrete optare per la tinta Soul Red Crystal che ha una saturazione del colore maggiore del 20% e il 50% in più di profondità rispetto alla Soul Red (occhio però ai graffi da parcheggio!).

Nella parte anteriore la calandra ha subito un restyling e grazie alle ale di spessori differenti si ha oggi uno sguardo più unico e caratteristico. I fari fendinebbia presentano delle rifiniture in nero lucido così come i montanti e le modanature laterali.

La vista laterale sembra avere una cintura alta, che schiaccia il veicolo rendendolo più crossover e i nuovi cerchi da 18” si inseriscono nel quadro generale conferendo all’insieme il giusto taglio sportivo. La vista posteriore è dominata dai fari a LED che adottano una forma ad anello combinata con linee orizzontali che impreziosisce l’insieme.

Gli interni di Mazda CX-3 2018

Mazda CX-3 2018 Interior


L’interno
è reso elegante dai materiali che dominano la scena: i sedili sono in pelle oppure simil pelle, possono essere scelti di colore nero o grigio e adottano pieghe verticali sugli schienali e guarnizioni tubolari lucide sulle spalle per una percezione di classe superiore.

L’ergonomia di bordo è curata maniacalmente dai giapponesi che hanno eliminato ogni elemento superfluo per rendere l’ambiente a servizio del conducente.

Al centro tra guidatore e passeggero non troviamo più il freno a mano a leva che è oggi sostituito dal freno a mano elettrico. Questo stratagemma permette di avere una consolle centrale con pochi elementi ma soprattutto libera da elementi anti estetici. Al posto della leva troviamo oggi un vano porta oggetti ed un poggia braccia e più in alto troviamo i comandi del sistema di infotainment posto al centro della plancia.

La seduta è comoda e lo si percepisce appena entrati. L’idea dei tecnici giapponesi che hanno progettato questa nuova Mazda CX-3 2018 è stata quella di inserire una nuova imbottitura più morbida di quella usata in precedenza e che assorbe meglio le piccole vibrazioni e le asperità del terreno. Il risultato è ottimo e anche dopo diverse ore di guida non si ha alcuna sensazione di stanchezza.

All’interno troviamo il sistema di infotainment MZD Connect di Mazda che oggi si allinea con gli standard adottati anche dagli altri costruttori includendo Android Auto (optional) ed Apple CarPlay. Il sistema, una volta collegato con lo smartphone, può quindi essere comandato con la voce mediante l’ausilio di Siri o Google Voice User. Il comportamento del sistema è allineato con le aspettative e ci ha condotto egregiamente lungo i quasi 300 km di test drive.

Le motorizzazioni: il diesel del futuro

Mazda CX-3 2018 Test Drive

Le motorizzazioni prevedono due propulsori benzina ed uno diesel. Le due unità a benzina SKYACTIV-G 2.0 sono entrambe da due litri e sviluppano rispettivamente 121 e 150 CV e sono finalizzati a prontezza e fedeltà di risposta ai comandi sull’acceleratore del guidatore. Entrambi rispettano la normativa EURO 6d-TEMP.

La versione da 121 CV è disponibile solo a trazione anteriore mentre la versione da 150 CV è sia a trazione anteriore sia a trazione integrale.

La vera novità è però è rappresentata dal nuovissimo e ipertecnologico motore SKYACTIV-D da 1.8 litri che sostituisce la precedente versione da 1.5 litri e che guadagna oggi 10 CV di potenza ma soprattutto che garantisce livelli di emissioni compatibili con il rigidissimo standard EURO 6d-TEMP che entrerà in vigore solo il prossimo anno.

In termini pratici significa che acquistare oggi un motore diesel di Mazda CX-3 2018 vi permetterà di tenere un valore residuo molto alto nel momento in cui andrete a rivendere il veicolo.

Il motore SKYACTIV-D da 1.8 litri ha una coppia massima di 270 Nm tra i 1.600 e i 2.600 giri (prima erano 2.500) e ha un consumo medio di 4,4 litri per 100 km in ciclo WLTP. Si tratta di un motore avanzatissimo dal punto di vista tecnologico in quanto impiega numerosi accorgimenti per raggiungere livelli di consumi ed emissioni ridotti al minimo.

La combustione, elemento alla base delle prestazioni, è realizzata mediante una tecnologia che prende il nome di Combustione Rapida Mutistadio e che inietta in più momenti carburante ad alta pressione. Questa tecnologia genera consumi ancora più ridotti quando si viaggia in città a velocità contenute e carico leggero.

La sovralimentazione è garantita da una turbina a geometria variabile che ha oggi dimensioni maggiori rispetto al passato e che offre una efficiente spinta tanto ai bassi quanto agli alti giri. Il motore è pieno in ogni momento, offre un buon tiro ma soprattutto è silenzioso.

Questo risultato è stato ottenuto non tanto aumentando in maniera drastica l’isolamento acustico ma piuttosto lavorando direttamente nel pistone impiegando uno smorzatore dinamico sullo spinotto di ciascun pistone per minimizzare le vibrazioni dei pistoni e ridurre il battito in testa del motore.

Le emissioni sono ridotte anche grazie all’impiego di un catalizzatore ad accumulo di NOx. Quando il catalizzatore arriva alla massima capienza, viene utilizzata una ricca iniezione post-combustione per riconvertire gli NOx in innocuo azoto.

Gli elementi di sicurezza

Mazda CX-3 2018 posteriore

La sicurezza è un ulteriore elemento che caratterizza questo city crossover. Grazie all’impiego di telecamere e sensori radar la nuova Mazda CX-3 è sempre a conoscenza di ciò che le accade intorno e aiuta il conducente in caso di distrazioni.
Il sistema Advanced Smart City Brake Support – SCBS, ad esempio, sfrutta la telecamera anteriore per rilevare ed identificare veicoli e pedoni ed interviene attivamente frenando il veicolo in caso di mancato intervento da parte del conducente. Questa tecnologia è in grado di operare tra 10 e 80 km/h ed effettivamente può contribuire in maniera radicale ad evitare i piccoli (o grossi) incidenti da distrazione.

Durante il moto ci si può affidare al sistema di riconoscimento dei segnali stradali che proietta le informazioni rilevate sull’Head Up Display (HUD). In caso di cambio corsia interviene il sistema di blind spot detection che avvisa il conducente se nell’angolo cieco si trova una vettura. Un momento di stanchezza o una banale distrazione possono portare ad un cambio improvviso di corsia. Ecco quindi che il Lane Departure Warning System – LDWS comunica con un segnale acustico l’imminente pericolo.

Una delle principali fonti di incidenti stradali è la stanchezza: spesso si guida oltre le proprie capacità e si rischia di causare incidenti. Ecco che il sistema Driver Attention Alert – DAA ricorda al conducente di fare una pausa.

Alla guida della nuova Mazda CX-3 2018

Mazda CX-3, i motori

Alla guida convince, soprattutto il diesel. Abbiamo provato anche la versione benzina che ha però consumi più elevati e forse potrebbe non essere la nostra prima scelta. Il rinnovato sistema di sospensioni più capienti rende l’auto confortevole e stabile anche quando si affrontano le curve in maniera più decisa. Nei tanti tornanti spagnoli abbiamo messo sotto torchio le doti dinamiche della vettura a trazione anteriore e non ci ha mai deluso.

Preso contatto con il volante si nota che è stato fatto un importante lavoro di rifinitura del servosterzo elettrico che oggi comunica meglio con il resto della vettura rendendo più dirette le richieste del conducente. A velocità basse, inferiori a 80 kmh non si sente particolare rumore proveniente dal motore e per iniziare ad udire il suono del 4 cilindri si deve premere a fondo sull’acceleratore. In generale il lavoro di stabilizzazione delle vibrazioni dentro il pistone sembra avere avuto un buon effetto generale.

Nelle curve più aggressive percorse a velocità costante entra in gioco il sistema G-Vectoring Control (GVC) che carica maggiormente l’anteriore rallentando leggermente la marcia.

In generale riteniamo questa nuova Mazda CX-3 2018 una vera e propria smart buy che è disponibile anche con trasmissione automatica oltre che manuale a 6 rapporti.

Nei concessionari da 21.470€ per la versione evolve, trazione anteriore e trasmissione manuale.

Cosa ci piace:

Tecnologia a bordo;
Stile davvero avvincente;
Motore diesel davvero convincente;
Smart buy.

Cosa ci piace meno:

Il bagagliaio: i 350 litri dichiarati sembrano essere davvero strettini: sono sufficienti per due trolley e qualche borsa ma niente di più.

ARTICOLI CORRELATI