Subaru Impreza STi: Test Drive

265 entusiasmanti puledri

Subaru Impreza STi: Test Drive. 265 cavalli per provare su strada la stessa emozione!
E’ la scuderia in dotazione alla mitica Impreza WRC, già campione del titolo mondiale Rally Piloti 2003.
Se siete veramente appassionati di rally, ma anche amanti delle le ottime prestazioni su strada in grande stile e sicurezza, non potete fare a meno di provare i 265 cavalli della Impreza Sti.
Sarà un’esperienza più convincente di tante parole, comunque utili per raccontare quanto in tecnologia e meccanica si è investito per questa auto: accelerazione da 0 a 100 in poco più di 5 secondi, frenata da 180 km/h a 0 in 92 metri, giusto per fare qualche numero.
Si tratta di una replica della sportiva WRC, con la quale ha in comune molte componenti meccaniche e tecniche, fra cui cambio, freni e sospensioni.
Elettrizzante la prova nel circuito di Imola, che ci ha permesso di apprezzare la vettura sportiva senza compromessi: cambio a rapporti corti ma precisi, accelerazione da brivido, sterzata diretta ma assistita, frenata in piena sicurezza con staccate decise da vera GT. Su strada, lungo i tortuosi percorsi della collina emiliana, hanno convinto prestazioni e stabilità; apprezzate le sospensioni non troppo rigide ed i comodi quattro posti.
Subito riconoscibile come punta di diamante della gamma WRX, (che resterà comunque in produzione) la Sti vanta più tecnologia, che si traduce in potenza e coppia superiori. Intercooler di maggiori dimensioni, incremento di coppia attorno ai 2500-3000 giri, sono solo alcuni degli aspetti che fanno la differenza.
Estetica
L’allestimento è aerodinamico, con proiettori dei fari anteriori in vetro color fumo, prese d’aria maggiorate sul cofano e tubo di scappamento posteriore cromato a sezione larga.
Altre differenze comuni rispetto alla versione “base” della WRX sono le ruote speciali a razze in alluminio color oro, i predellini spoiler verniciabili ed interni con sedili in blu scamosciato con logo STi. A cui si aggiungono cuciture rosse (come si usa per le vere auto sportive) su volante, leva del cambio e leva del freno a mano.
Per la gioia degli appassionati, tra i comandi all’interno troviamo anche un pulsante che permette di spruzzare acqua per il raffreddamento del radiatore ed una strumentazione per settare un dispositivo di allarme, con suoneria e luce in caso di surriscaldamento del motore.
Ma vediamo questa sportiva nel dettaglio.
Meccanica
Come già sottolineato, la STi raggiunge una velocità massima da ritiro immediato della patente, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi, grazie ad un motore sviluppato specificatamente per uniformarsi ai criteri di registrazione degli autoveicoli della Comunità Europea, diversi da quelli del mercato della casa giapponese.
Ben l’80% del motore in alluminio STi è nuovo rispetto al turbo a 4 camme che equipaggia la versione base della WRX.
Estese e studiate modifiche da parte della divisione motori sportivi della Subaru (Subaru Tecnica Industrial Inc), combinano le doti di maggior resistenza, prestazioni e reattività a quanto di meglio ci si può aspettare da un’auto sportiva in termini di consumi, rumorosità e livelli di emissione.
Per adeguarsi alle severe normative anti inquinamento Euro 3, sono state apportate modifiche al catalizzatore ed al sensore del rapporto aria-benzina.
Forza e rigidità del motore sono state aumentate grazie all’impiego di blocchi cilindro a collo semi-chiuso con pistoni forgiati a testata rimodellata, aste di connessione avvitate e apri valvole senza guarnizioni.
Radiatore e prese d’aria più grandi assicurano un miglior raffreddamento, con l’aggiunta di uno speciale spruzzatore d’acqua manuale che si approvvigiona da un serbatoio posto nel bagagliaio.
La STi è inoltre dotata dello speciale Sistema Attivo di Controllo Valvola, che assicura la massima risposta del motore a regimi di giri molto differenti. Il risultato è una potenza massima di 265 CV a 6000 giri con una coppia di 343 Nm a 4000 giri. Raffrontato ai numeri della WRX normale, che sono 218 CV a 5600 giri e 215, 4 lb ft di coppia a 3600 giri, si registra un significativo aumento di 47 CV e 37,6 lb ft.
Così come sulla WRX base, il 16-valvole boxer a 4-camme, presenta diametro interno e corsa di 92×75 mm per una capacità di 1994 cc ed un rapporto di compressione di 8.0:1. Noto come uno dei cambi più brillanti attualmente disponibili, la versione europea delle STi propone lo stesso nuovissimo cambio a 6 marce del modello giapponese. Questa trasmissione a rapporti corti è stata disegnata per resistere ai forti regimi di coppia e la sua extra rigidità deriva dall’allungamento di 10 mm del braccio principale del cambio e dall’aumento della superficie degli ingranaggi di ciascuna marcia. La frizione è stata ingrandita e modificata, con un caricamento maggiore sul coperchio, mentre lubrificazione e raffreddamento sono stati migliorati con la dotazione di una pompa d’olio.
Per innestare la retromarcia c’è adesso bisogno di sollevare un anello scorrevole.

ARTICOLI CORRELATI