Toyota Corolla TS: Test Drive

Sotto il cofano scalpitano 192 cavalli decisamente esuberanti.

Toyota Corolla TS: Test Drive. TS come Toyota Sport. Due parole “magiche”, frutto di anni ai vertici delle competizioni motoristiche mondiali ed oggi patrimonio della versione più sportiva della gamma Corolla, sulla scia di quanto già visto con Celica e Yaris.
Non c’è dubbio, dati alla mano, che la media giapponese sia una delle vetture più apprezzate della categoria, e siamo certi che anche la nuova versione TS saprà conquistare il cuore dei più sportivi, con i 192CV del suo propulsore VVTL-i di 1800cc.
La linea Se non fosse per la scritta TS sul portellone posteriore, la nuova versione sportiva della Corolla sarebbe quasi irriconoscibile dalle versioni più soft. Una scelta importante, quella dei designer Toyota, che hanno preferito mantenere quasi intatto l’appeal che ha contraddistinto fino ad oggi la Corolla, piuttosto che appesantire le linee con spoiler e prese d’aria evidenti, che molto spesso si rivelano inutili ai fini tecnici. Comunque sia, la grinta non manca perché le modifiche ci sono anche se sfuggono all’occhio meno attento: nuovi paraurti più “bombati”, una nuova calandra ristilizzata, cerchi in lega da 16” multiraggio, specchietti e maniglie in tinta con la carrozzeria e l’assetto ribassato sono bastati per scoprire l’anima sportiva che si celava sotto alla sobrietà della silhouette due volumi.
Gli interni Anche gli interni sembrano seguire la regola del “poco ma buono”, ma non mancano all’appello i sedili più sportivi e più idonei alla rinnovata cavalleria, le rifiniture in simil titanio, decisamente sportive ed eleganti, volante e pomello in pelle nera ed un nuovo tessuto per i sedili, denominato TS, studiato appositamente per esaltare sportivamente l’ambiente interno.
Non mancano nemmeno la strumentazione digitale “Optitron”, dominata dal colore rosso, e l’utilissimo computer di bordo, che fornisce dati in tempo reale come i consumi, la temperatura e molto altro. La dotazione di serie comprende anche il climatizzatore automatico, il servosterzo e la possibilità di regolare in altezza sedili e piantone dello sterzo, così da poter trovare velocemente una corretta posizione di guida.
Potente e sicura Un propulsore potente e tecnologico, in grado di regalare emozioni da vera sportiva o la tranquillità e la semplicità di una city car.
Pura potenza 192CV a 7800 giri/min e 180Nm di coppia a 6800 sono valori notevoli, di quelli che possono far tremare anche la concorrenza più agguerrita. Prestazioni così elevate non scaturiscono solamente da un’accurata progettazione, ma si devono anche ad una mirata taratura dell’elettronica che gestisce, tra le altre, l’iniezione elettronica e la fasatura variabile delle 16 valvole.
Cronometro alla mano, sono sufficienti solo 8,4 secondi per scattare da 0 a 100km/h e qualche manciata di secondi in più per raggiungere la velocità massima, fissata a quota 225km/h! Prestazioni così elevate non sono solo merito dell’esuberanza del propulsore, ma anche dell’efficacia del cambio a sei rapporti, studiato per esaltare il rendimento del quattro cilindri agli alti regimi.
Che a tanti CV corrispondano sempre consumi elevati non è una regola del tutto vera: stando a quanto dichiarato da Toyota, la Corolla TS necessita di un solo litro di benzina per percorrere 12km!
Una sportiva di razza, tenuta a bada non solo dal rinnovato assetto sportivo, ma anche dal vigile controllo di ABS, EBD, il sistema antisbandamento VSC e molte altre “chicche” elettroniche, che non sono tarate per limitare il divertimento ma per rimettere le cose a posto quando si esagera troppo con il piede destro.
Su strada E’ davvero impossibile non divertirsi al volante della Corolla TS. Il pezzo forte della “media” giapponese è senza dubbio il propulsore, che a seconda delle esigenze mostra due caratteri completamente diversi. Sotto ai 6500 giri, infatti, è docile e tranquillo come il propulsore di una citycar…ma superata la “soglia” la musica cambia e la spinta del propulsore diventa corposa e travolgente fino a quota 8200 giri/min!
192CV cattivi all’occorrenza e tenuti a bada dall’eccellente lavoro del controllo della trazione, che in alcune occasioni si rivela fondamentale per evitare coreografiche fumate…
Ottimo il lavoro del cambio a sei rapporti, dotato di una leva dall’escursione tutto sommato breve e precisa. A qualcuno potrà dare fastidio il bracciolo sul sedile, comodissimo durante la guida rilassata, ma un po’ “invadente” nelle cambiate più sportive.
Per quanto riguarda la tenuta di strada, abbiamo rilevato un comportamento sincero, anche se leggermente sottosterzante, caratteristica tipica di questo genere di vetture. Per quanto riguarda l’assetto, è evidente come i tecnici Toyota abbiano ricercato un giusto compromesso tra la sportività ed il comfort.
La posizione di guida è comoda ma non proprio delle più sportive. I sedili di pilota e passeggero offrono una buon contenimento laterale e lo spazio a bordo è ottimo per quattro persone.
I consumi sono tutto sommato contenuti: con una guida normale, i 12km/litro dichiarati si raggiungono con una certa facilità, ma se la guida diventa sportiva i conti sono tutti da rifare…

ARTICOLI CORRELATI