WRC Finlandia 2018: la sfida di Ostberg fino all’ultima speciale

Il racconto dell'Ingegnere di gara del pilota Citroën

Con 5’’4 di vantaggio su Jari-Matti Latvala nella lotta per il secondo posto, l’ultima tappa ha finalmente visto Mads Ostberg mantenere la sua posizione. Dopo aver segnato il miglior tempo nella crono di apertura, cioè il quinto scratch del Team nel weekend, il norvegese ha insistito e ha portato il suo vantaggio a 6’’3. Ma Latvala, in gran forma nella gara in casa, ha accorciato la distanza a soli 2’’5 prima dell’ultima crono di Ruuhimäki e la sua serie di salti. Anche in questa occasione Mads non ha mollato, e dopo una speciale a 122,5 km/h di media, si è assicurato il secondo posto per 2’’8

Kevin Struyf, l’ingegnere di gara di Mads Ostberg, racconta quest’ultima giornata.

4 Foto

«Domenica, al momento della partenza, eravamo abbastanza fiduciosi perché avevamo già fatto due belle mattinate, venerdì e sabato. Sabato pomeriggio, in particolare, abbiamo concesso del tempo a Latvala. Sapevamo che serviva iniziare subito con un ritmo elevato, e Mads ci è riuscito vincendo la crono iniziale. In realtà, abbiamo perso più tempo del previsto nella terza e penultima PS di Laukaa, 2’’6 in un solo colpo: abbiamo capito che sarebbe stata una sfida ai decimi di secondo nell’ultima crono. In quel caso, non c’è molto da fare, se non provare a mantenere la fiducia del pilota, e ottimizzare la performance dell’auto lavorando ad esempio su parametri come il peso e il motore, per essere il più aggressivi possibile. Sapere di avere in mano tutte le carte per fare un buon risultato, potrebbe avere una buona influenza psicologia sull’equipaggio. Mads sapeva comunque che era fattibile, perché difficilmente aveva perso altrettanto tempo. Questo vale in particolare per una PS come Ruuhimäki che tutti conoscono molto bene, perché per anni è stata lo shakedown».

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/motorsport/wrc-finlandia-2018-la-sfida-di-ostberg-fino-allultima-speciale_183254/