WRC Portogallo 2018 – Giorno 1: vicende alterne per Citroën

Restano competitive e prestazionali le Citroën C3 WRC

Dopo aver siglato tre migliori tempi,  il team Citroën Total Abu Dhabi WRT ha visto seriamente compromessa la gara degli equipaggi Kris Meeke – Paul Nagle et Craig Breen – Scott Martin a causa di sfortunate forature mentre Mads Ostberg – Torstein Eriksen occupano una incoraggiante sesta posizione al termine della prima giornata di gara, al loro debutto su terra con la C3 WRC.

Tutti sanno che il Portogallo è un Rally insidioso, capace di dare confidenza ma anche di tradire. Nasconde le sue trappole sotto uno strato di terra quasi soffice, invitante anche se a tratti molto scivolosa. Così diventa molto facile commettere degli errori che non si può più recuperare e trovare, sotto quello strato rassicurante, la pietra.

Kris Meeke e Paul Nagle non si lasciano sorprendere, ma non possono evitare tutte le “trappole” e devono registrare alcune “negatività” cruciali. Con la C3 WRC, che il Nord irlandese definisce “perfetta”, si inserisce dapprima al terzo posto con il podio della prima Viana do Castelo, poi vince la prima Caminha e passa al comando della Corsa. Non trova il ritmo nella successiva Ponte de Lima e cala di una posizione. Alla ripresa dopo l’Assistenza, Meeke dà l’impressione di poter gestire agevolmente la difficilissima situazione. Quasi tutta la “prima linea” del Mondiale, Ogier, Tanak, Latvala, sta andando KO, Meeke monta quattro pneumatici “hard”, scelta non facile, e vince la seconda Viana per tornare al comando. Si tratta ora di consolidare, ma arriva l’imprevisto, una foratura nella sesta Prova Speciale, “lenta” e una seconda nella settima Speciale poi sospesa per l’incidente di Paddon. È quanto basta per arrivare alla corta prova tra le strade di Porto con la C3 WRC sui cerchi. Meeke onora il ruolo e lo spettacolo, ma chiude con molto da recriminare, soprattutto ora che è totalmente soddisfatto del comportamento della sua vettura. Termina settimo la sua prima giornata di gara.

Breen e Martin mandano in archivio una giornata sfortunata e da dimenticare. Sfruttano l’onda avversa di inizio Tappa sottraendosi alla bagarre e facendo della regolarità il loro punto di forza. La strategia è quella giusta e quando l’equipaggio della C3 WRC trova finalmente il ritmo, arriva la vittoria nella seconda Caminha, a pari merito con Neuville, e il terzo posto assoluto. Nella successiva Ponte de Lima 2 ecco la foratura, in contemporanea con Meeke, e la fine di un bel sogno diventata legittima ambizione.

Nella sua prima prova su terra al volante della C3 WRC,  Mads Ostberg ha preso un buon ritmo ed ha concluso in sesta  posizione. E il suo secondo tempo a soli  0’’8 dallo scratch nella PS 5 di 27 chilometri lascia ben sperare per il proseguimento della sua gara.

ARTICOLI CORRELATI