tabs

Pubblicato il - Autore Carlo Valente

MotoGP su Sky dal 2014, SBK su Mediaset dal 2013

La rete satellitare di Murdoch si aggiudica dalla Dorna la classe regina del Motomondiale dal 2014. Mediaset si copre soffiando a La7 già dall'anno prossimo il mondiale Superbike

MotoGP in HD su Sky dal 2014
Affare fatto. Carmelo Ezpeleta e la Dorna, la società che organizza il Campionato del Mondo di Velocità, ovvero il Motomondiale e ne detiene i diritti, hanno siglato un accordo con Sky, la tv satellitare del magnate australiano Rupert Murdoch, per trasmettere tutte le 18 gare delle tre classi (MotoGP™, Moto2™, Moto3™).
Quindi tra poco meno di due anni la MotoGP e lo spettacolo (se tornerà la bagarre) di Stoner, Lorenzo, Pedrosa, Rossi e compagni, si potranno vedere in alta definizione, ma pagando l'abbonamento a Mr. Murdoch.
Carmelo Ezpeleta, AD della Dorna Sports, ha commentato: “Siamo soddisfatti perché tale accordo con Sky permetterà alla MotoGP di continuare la propria crescita. Si tratta di un partner conosciuto per offrire lo sport con la miglior qualità e le migliori possibilità e che ha già dimostrato, e dimostra tuttora, la capacità di sviluppare contenuti per le nuove piattaforme. In un Paese di grande e consolidata tradizione motociclistica come l’Italia, dove il presente si chiama Valentino Rossi e dove è fondamentale lo sviluppo di nuovi piloti di cui Romano Fenati è ora il riferimento, l’inimitabile programmazione sportiva del mondo Sky darà certamente nuovo slancio al Campionato del Mondo MotoGP grazie soprattutto all’utilizzo delle nuove tecnologie digitali”.
In forza dell'accordo con Dorna, Sky avrà anche la responsabilità di rendere disponibile la visione in chiaro di 8 appuntamenti con la MotoGP.
Non si può dar torto a Ezpeleta che una trasmissione in HD sia più spettacolare (almeno quella), ma facciamo alcune considerazioni: Valentino Rossi potrà correre ancora qualche anno e, almeno fino ad adesso, è lui il pilota che, in Italia, trascina questo sport in attesa dello sbocciare di nuovi talenti.
Inoltre, siamo sicuri che una rete a pagamento, e quindi con un bacino d'utenza limitato rispetto ad una rete in chiaro, possa sviluppare uno sport?

Mondiale SBK a Mediaset dal 2013
La rete della famiglia Berlusconi corre ai ripari e lo fa già dall'anno prossimo: infatti Mediase strappa a La7 e si assicura il mondiale Superbike da Infront Motorsport, società organizzatrice della competizione. Così Italia 1 trasmetterà in chiaro il mondiale delle derivate di serie già dall'anno prossimo e per tra anni: 2013-2014-2015 con un'opzione per il triennio successivo.
Così dalla prossima stagione in chiaro su Italia 1 ogni domenica, da marzo a novembre, ci saranno sempre almeno due gare da vedere visto che la SBK verrà trasmessa insieme alla MotoGP. C'è da vedere come si organizzerà la rete in caso di concomitanza tra SBK e MotoGP, come è successo due settimane fa: le derivate di serie correvano a Monza mentre il Motomondiale era impegnato in Portogallo. E dal 201?
''Dopodiché ha deciso di puntare sul Campionato Mondiale Superbike. Il Superbike World Championship è infatti un circuito molto competitivo che si caratterizza per un alto numero di piloti e scuderie ufficiali in pista (Bmw, Honda, Suzuki, Kawasaki, Aprilia e Ducati), oltre che per una formula che vede gareggiare moto di serie praticamente uguali a quelle disponibili sul mercato per il pubblico degli appassionati.
Forse i dirigenti Mediaset hanno messo a confronto le rispettive griglie di partenza, guardando la lista di team e piloti MotoGP 2012 con i team e piloti Superbike 2012.
Mediaset ha deciso di "non rinnovare il contratto con Dorna in ragione di valutazioni non coincidenti tra le parti sul valore odierno e prospettico dei diritti televisivi del circuito” che significa che, nonostante “un rapporto pluriennale ricco di soddisfazioni” mancano quelle certezze sui regolamenti (cosa che sta alimentando le voci di un ritiro di Casey Stoner già a fine stagione) e sul numero di Case e di campioni presenti nel 2014 per poter aver fiducia sul prodotto MotoGP. Ed il calo di telespettatori lo dimostra ad ogni gran premio.
Mediaset crede di più al Superbike World Championship, per il quale “offrirà visibilità e un adeguato commento tecnico a un circuito che acquisterà sempre più valore”.

Scontro perpetuo tra MotoGP e SBK
Come si sa, MotoGP e SBK sono legate da un filo comune: infatti Bridgepoint è il fondo che controlla Dorna Sports (l'organizzatore della MotoGP) e nel 2011 ha acquisito la Infront (l'organizzatore del WSBK), accorpando le due categorie sotto lo stesso tetto.
Mediaset però preferisce la Superbike, Max Biaggi, Marco Melandri, Leon Haslam, Tom Syker e Carlos Checa a Valentino Rossi, Casey Stoner, Dani Pedrosa, Jorge Lorenzo, Ben Spies, Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow.
Tutto questo rimanda anche ai commenti famosi sullo spettacolo del mondiale derivate: lo stesso Valentino Rossi ha ammesso che la SBK è divertente mentre la MotoGP è noiosa.

: 0 su 5 basata su 0 voti.